“Per l’amor del cielo ” Iacopo Ligorio e le Canzoni Giuste

Un disco tragicomico. La fotografia di una società barzelletta

 

Cover

Dialoghi surreali e personaggi bizzarri.
“Per l’amor del cielo” è un concept album grottesco e fortemente ironico che racconta le peripezie dell’uomo fra dialoghi, ipocrisie e situazioni paradossali, in una società che assume sempre più le sembianze di una barzelletta.

I protagonisti del disco sono Dio e l’uomo, con quest’ultimo che tenta di aiutare l’Altissimo a comprendere e salvare l’umanità, ormai persa tra guerre sui social, foto ai tortellini postate su Instagram e insignificanti problemi quotidiani.

Un viaggio metaforico all’interno di una società bizzarra, litigiosa ed esibizionista costruita sull’immagine e su contenuti effimeri; una società che ha perso il contatto con la sua natura umana.
Il disco è stato pubblicato a fine Maggio 2019 per la label World Fonogram Records  distribuito da Believe.

Chi  Sono Iacopo Ligorio e le Canzoni  Giuste?
“Canzoni demenziali per persone intelligenti, canzoni intelligenti per persone demenziali.”

Iacopo Ligorio nasce ad Ostuni, Puglia, nel Maggio del 1994. Il suo rapporto con la musica comincia sin da bambino. Polistrumentista e ispirato dalla musica dei grandi cantautori italiani, dai maestri del teatro canzone, sceglie di dedicarsi in toto ai suoi progetti cantautorali.
Nel 2017 la famiglia si allarga: dall’incontro con Umberto Matera (batteria), Daniele Mammarella (chitarra), Bruno Contin (tastiere) e Flavio Piermatteo (sax) nasce una vera e propria band dal nome “Iacopo Ligorio & Le Canzoni Giuste”.
Con il nuovo nome, la band partecipa per la prima volta ad “Area Sanremo” con il brano “Nanni” e arriva in Semifinale.
Il testo della canzone “La Ballata Degli Sconosciuti” viene inserito nella terza raccolta “C.E.T. Scuola Autori di Mogol”. I testi de “La Ballata Degli Sconosciuti” e de “L’Odore Del Silenzio” sono tra i finalisti del concorso “Va In Scena Lo Scrittore”.
Da quel momento la band colleziona ottimi risultati in festival e concorsi:secondi classificati alla 25ma Finale Nazionale del “Festival della Melodia” con il brano “Nanni” e, ancora, finalisti FIM 2017 “Fiera Internazionale della Musica” ad Erba (Como).

La preziosa collaborazione con il cantautore Alberto Bertoli, figlio di Pierangelo, e l’esibizione in trio con Maurizio Solieri alla chitarra (storico chitarrista di Vasco Rossi) arricchiscono il ricco bagaglio di esperienze del progetto che, seppur giovane, ottiene in poco tempo degli ottimi riscontri.
Nel 2018 Iacopo Ligorio e band vincono la Finale Nazionale del 26° “Festival della Melodia” svoltasi al Rolling Stone di Sanremo, raggiungono la finale del premio “Pierangelo Bertoli” 2018 e vincono il concorso nazionale “Va in scena lo scrittore”.
Poco dopo pubblicano l’album “Talentopoli”, prodotto dall’etichetta MEA Recording Company e seguito da un tour ricco di date.
Gli ultimi mesi del 2018 vedono Iacopo e tutta la band approdare alla finale del programma TV IBAND (Mediaset), in onda su La5.

Il nuovo album “Per l’amor del cielo” è anticipato dai singoli “Ma perché mi insulti su Facebook? Comprati una macchina” e dall’omonima traccia “Per l’amor del cielo”.
Riferimenti musicali: Elio  e le Storie Tese, Caparezza, cantautorato italiano.

Iacopo Ligorio e le Canzoni Giuste sono:
Iacopo Ligorio – Voce, testi, musiche, arrangiamenti, chitarra, basso.
Bruno Contin – Musiche, arrangiamenti, pianoforte, synth, cori.
Flavio Piermatteo – Sax, cori. Daniele Mammarella – Chitarre, cori.
Umberto Matera – Batteria, percussioni, octapad.
Andrea De Felicibus – Basso.

“Ma perché mi insulti su Facebook? Comprati una macchina”
https://www.youtube.com/watch?v=LslsjOlxzH8

Facebook:
https://www.facebook.com/Iacopoligorioellecg/
Instagram:
https://www.instagram.com/iacopoligorioellecg/

Annunci

I Metanoia “L’equilibrio dei numeri primi”

dal 5 aprile sui principali digital stores l’album d’esordio
della giovane band pop/rock 

Cover album Metanoia

Lanciato dal nuovo singolo L’arte di essere stessi, in  promozione radiofonica, arriva sulle principali piattaforme digitali e a breve , in formato cd, nei negozi di musica e dischi, l’album d’esordio dei Metanoia. Una giovane band che ha immediatamente suscitato interessi di pubblico ed addetti ai lavori già dall’uscita del primo singolo dal titolo Colombo. Un sound che abbraccia la scena indie-pop con i  piedi saldi su un indi rock dalle venature British. Strutture efficaci, ritmo che fa venir voglia di muoversi, una geniale e giovane energia con una brillante capacità compositiva. Un modo di fare musica bello e spensierato.

L’album è composto da otto brani, attuali ed interessanti che mettono in luce la passione e la modernità della band, capace di attrarre non solo un pubblico giovane ma chiunque percepisce all’interno delle composizioni una accattivante venatura rock.
Il disco vede la luce anche grazie ad una campagna di crowdfounding sulla piattaforma Musicraiser dove l’obbiettivo preposto, è stato raggiunto dopo una sola settimana a dimostrazione del grande affetto di fan ed amici .

Sogni in un cassetto che non vorresti più aprire per paura che qualcuno te li possa rubare. Bisogna trovare una soluzione e quale migliore cosa se non quella di non sognare più, ma non sognare significa vivere una vita che non volevi, una vita che hanno scelto gli altri per te senza valutare i tuoi bisogni. Allora basta, non si può più rimandare. Alziamo la voce, gridiamo più forte contro chi ci vuole diversi .
Questa è L’arte di essere se stessi, il  singolo estratto  dal nuovo album dei Metanoia in rotazione su un ampio circuito radiofonico italiano. 

I Metanoia sono un gruppo Pop Rock nato e formatosi nel 2014 in Abruzzo.
Dopo l’uscita del loro primo EP, nel 2015, dal titolo “Metanoia”, una serie di brani cantati in italiano con influenze di carattere rock internazionale, pubblicano nel 2016 il singolo “I Postumi del Rock”, brano strumentale della band con venature post rock e psichedeliche.
Tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 la band cambia volto. Viene pubblicato il secondo singolo dal titolo “Aiuto” ed escono di scena lo storico chitarrista e bassista per far spazio a due nuovi componenti: il chitarrista Giuseppe Genua ed il bassista Riccardo Pizzuti.
I Metanoia iniziano così un nuovo percorso che li porterà ad un cambio di genere, dirigendo le loro sonorità verso il Pop Rock internazionale cantato in italiano. Il loro primo album, ”L’Equilibrio dei Numeri Primi”, pubblicato da  Artis Records Edizioni  Cramps Music.

I Metanoia sono:
Voce: Enrico Romagnoli
Basso e cori: Riccardo Pizzuti
Chitarra, cori e tastiere: Giuseppe Genua
Batteria: Federico Capuani

https://www.facebook.com/Metanoiaitalia/
https://www.instagram.com/metanoiaitalia/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Experimental Jazz – The new classjazzpo,  nuovo album di Marianna Fasone in arte Maryanna Phasone

L’album distribuito su tutti i principali digital stores accompagnato dal videoclip Rebirth su You Tube

Cover Phasone

Experimental Jazz – The new classjazzpo, il nuovo album della cantautrice e compositrice palermitana Marianna Fasone in arte Maryanna Phasone. Accompagnato  su YouTube dal  videoclip del brano “Rebirth”.

Prodotto dalla stessa Maryanna (FaMa Music International), e distribuito da Wondermark Advertising e The Orchard Music Distribution, è composto da sette braniquattro inediti e tre cover, “A night in Tunisia”, Round midnight” e “Crystal silence”, riadattate ed arrangiate da lei.

Un disco in cui la cantautrice  ha voluto sperimentare e creare un jazz rivoluzionario rispetto al tradizionale, dando vita al ‘classjazzpo’, un ‘genere’ con cui si è rivolta  ad un pubblico più ampio, con l’obiettivo di avvicinare al jazz anche le persone che non amano particolarmente questo genere. Un insieme di conoscenze dalla  musica classica orchestrale, al jazz ed alle sonorità pop. Un bagaglio di esperienza musicale, recepito in tanti anni di studi e di pratica.

Il disco ha una doppia destinazione , il fisico sarà  venduto in Europa su Amazon completo delle cover, mentre l’album in digitale è distribuito in tutto il mondo in formato Ep contenente esclusivamente gli inediti.

Rebirth  è il singolo estratto  scelto intenzionalmente, per uscire in concomitanza con il nuovo lavoro discografico . Il titolo del singolo, e quindi l’album, evocano la rinascita, il cambiamento di stile, la rivincita. Purtroppo in ambiente musicale, e ancor di più in quello che riguarda prettamente il jazz, si assiste spesso a “deliri di onnipotenza” e ricerca esasperata di perfezione musicale, ben nascosti da una sottile finta umiltà; caratteristiche che Marianna  non tollera  e da cui prende  le distanze. Ma in tutto questo trambusto di emozioni, sentimenti contrastanti, rancori, rabbie, maldicenze, terre bruciate, e chi più ne ha più ne metta, può nascere anche l’amore, la forza per combattere e una nuova speranza.

Facebook:
https://www.facebook.com/MariannaFasoneInternational
YouTube:
https://www.youtube.com/user/maryannaphasone
Twitter:
https://twitter.com/MariannaFasone
Blog/Altro Canale:
https://www.instagram.com/mariannafasoneofficial/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

Pronti a vivere, il secondo album di Luca Mancino

disponibile in tutti i principali digital stores

Copertina Mancino

Arriva Pronti a vivere, il secondo disco del cantautore Luca Mancino ed è subito grande emozione.

Preceduto dai singoli che hanno fatto da apripista Pronti a vivere, Lasci sempre un segno , Nessuno che lo sa ed in ultimo Senza fiato, attualmente in promozione radiofonica, vede la luce questo progetto di altissima qualità sia per i contenuti dei testi che per gli arrangiamenti oltre che per l’accurata produzione.

Il nuovo disco, si caratterizza per la sua eterogeneità dove ogni pezzo possiede una sua identità e un suo suono ben preciso.
“Pronti a vivere “ è un album che racchiude al suo interno brani con arrangiamenti qualitativamente elevatissimi con una particolare attenzione anche alla musica suonata ed ai testi tutti in italiano.
L’album è composto da 15 tracce, già disponibile  su tutti i webstore ma presto anche su cd fisico  in tutti i negozi di musica e dischi . Un prodotto che, proprio nella sua versione fisica, è stato oltremodo curato in tutti i dettagli in maniera quasi maniacale a dimostrazione di come fare musica sul serio porta a prodotti di livello assoluto.

Tracklist:

  1. Pronti a vivere
  2. Forse cambierai
  3. Baciami
  4. Cercati dentro
  5. Nessuno che lo sa 
  6. Lasci sempre un segno
  7. Con me davvero
  8. Oltre i limiti
  9. Ti ci vedi tu su un palco 
  10. Mi mancherai 
  11. Un nuovo giorno arriverà 
  12. L’ Amore
  13. Senza fiato 
  14. Sei 
  15. Il nome che hai

Prodotto da Domenico Pulsinelli , produzione esecutiva Luca Mancino, Etichetta Artis Records, Edizioni Cramps Music Srl

NEL WEB:

Facebook: https://www.facebook.com/LucaMancinoOfficialPage/
YouTube: https://www.youtube.com/user/LucaMancinoVideo

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

E’ uscito “Ok silenzio”, il nuovo album di Max Deste

cover

Dal 3 dicembre 2018, “Ok silenzio” è stato pubblicato in forma digitale in tutte le piattaforme online. Il cd fisico lo si può ordinare sul sito dell’autore (www.maxdestefanis.ch) e nei principali punti vendita musicali.
Spotify:
https://open.spotify.com/album/3jiRWRZz3Au26nJG1itt6O?si=5SUuSHrjSdyCftH_isgNIQ
AppleMusic/iTunes:
https://itunes.apple.com/ch/album/ok-silenzio/1445550418?l=it
Deezer:
https://www.deezer.com/album/81035702?utm_source=deezer&utm_content=album-
81035702&utm_term=2303125084_1544000886&utm_medium=web
Amazon:
https://www.amazon.it/dp/B07L3Y3FRW/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1543936101&sr=8-
3&keywords=max+deste
Googleplay:
https://play.google.com/store/music/albumid=Bbmuofqmzpopc622tauyp3gpidi&tid=song-
Talafn4njlvsrmvs456kximdt2y&hl=it

Presentazione di “Ok silenzio”

L’ultimo lavoro di Max Deste, ispirato dalla pratica della meditazione, è dedicato a Chögyam Trungpa Rinpoché, uno dei più celebri lama tibetani, fuggito avventurosamente dalla sua terra natale durante l’occupazione cinese nel 1959, che ha adattato i preziosi insegnamenti della sua cultura a quella occidentale, dando vita al lignaggio Shambhala, di cui l’autore è membro, oltre che direttore di un centro molto attivo nella Svizzera italiana.

In questo concept album sulla condizione di crisi antropologica dell’uomo contemporaneo, in cui vengono cristallizzati dieci momenti della sua quotidianità, Max prende in esame la realtà per come essa si presenta ad una mente che per qualche attimo è sveglia, vale a dire pienamente presente e consapevole, non distratta da pensieri, ricordi e sentimenti negativi. In questi stati di “illuminazione”, seppure discontinui e di brevissima durata, il praticante intuisce la natura impermanente, illusoria e ciclica della vita, sperimentando l’emergere di uno stato di gioia primordiale, incondizionato, duraturo.

L’approccio meditativo del “toccare e lasciare andare” permette poi di scandagliare più in profondità sia le relazioni interpersonali che vanno dagli slanci romantici alle chiusure a riccio, sia la sfera più intima della persona, caratterizzata da emozioni che spesso ci avvelenano, non permettendoci di vivere in modo sereno. In questo personale manifesto per il nuovo millennio, il cui titolo “Ok silenzio” si configura come una sorta di mantra/password per accedere ad uno stato di benessere (inteso come assenza di sofferenza), l’artista denuncia quindi le logiche del consumismo compulsivo e del costante intrattenimento virtuale, alimentate da algoritmi sempre più potenti e invadenti.

Difatti, ogni giorno non solo corriamo assorbiti dalle nostre responsabilità sempre più incalzanti, ma ci vediamo anche sommersi da milioni di input ai quali non sappiamo più rispondere se non in modo superficiale, cerebrale, nevrotico. La frenesia e le distrazioni tendono dunque ad intrappolarci in un labirinto dal quale l’unico modo per uscirne e ritrovare una dimensione più umana è quello di rallentare e coltivare di nuovo il proprio cuore.

L’autore propone, nel susseguirsi delle canzoni, due possibili scenari per non diventare schiavi del materialismo e delle distrazioni che ci rendono analfabeti emozionali: il primo è quella di provare a fermarsi, ascoltare il proprio corpo e meditare, instaurando un legame di amicizia con sé stessi, apprezzandoci per quello che siamo. Il secondo è quello di amare il prossimo senza riserve, uscendo fuori dal proprio bozzolo che attutisce le nostre percezioni creando cortocircuiti mentali.

Sul piano musicale, infine, la generale impostazione elettropop d’autore risulta sapientemente contaminata da venature dance, folk, rock, funk e gipsy, in un costante dialogo tra brillanti chitarre e sintetizzatori analogici, che accentuano le molteplici atmosfere evocate dai testi.

foto3

Se vivessimo il quotidiano con meno distrazioni e più presenza mentale nelle cose che facciamo, e più consapevolezza nei confronti di tutto ciò che ci ruota attorno, la nostra esistenza risulterebbe certamente più piena, serena e amorevole”, secondo le parole di Max Deste.

Track list:
01 La ruota del tempo
02 Leggero
03 L’ombra della rete
04 Ok silenzio
05 Dove finisce il giorno
06 Sotto il letto
07 Nato in tibet
08 Disconnessa
09 Ancora estate
10 Danzare tra le nuvole

Canale Youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCgKBLuRAh2IOPk1ju0x8zkg?view_as=subscriber

Weblinks:
Booking: mdestefa1@me.com
Management: info@maxdestefanis.ch
Testi e info: www.maxdestefanis.ch

Credits:
Testi, musiche e voce: Max Deste
Arrangiamenti: Roberto Colombo e Riccardo Di Filippo
Chitarre, basso e cori: Riccardo di Filippo
Batteria: Cristian Daniel
Tastiere e programmazioni: Roberto Colombo
Mix e master: Roberto Colombo @ Heaven Recording Studio
Foto copertina: www.fotolocatelli.ch
® Suisa

Line up live:
Max Deste (voce, chitarra/basso)
Roberto Panzeri (batteria)
Fabrizio Brioschi (chitarre)

Social:
Facebook profilo: Max Deste
Facebook pagina ufficiale: Deste
Youtube: Max Deste
Instagram: #maxdestefanis
Twitter: #maxdestefanis

Discografia:
. Ok Silenzio (album, 2018)
. Disconnessa (singolo, 2018)
. Dove finisce il giorno (singolo, 2018)
. Ancora estate (singolo, 2018)
. Danzare tra le nuvole (singolo, 2018)
. Segui il tuo respiro (reading musicale live, 2017)
. Show Suprise (reading musicale live, 2013-14)
. Neverdie, con i My Dead Mind (Ep, 2013)
. We are the same, con i My Dead Mind (singolo, 2013)
. Il tuo cigno è morto (Ep, 2013)
. Rumore primo (Colonna sonora teatrale, 2011)
. Solitaire, con i Bruit de Fond (Ep, 2009)
. Borderline, con i Bruit de Fond (Album, 2008)

Bibliografia:
Segui il tuo respiro (Romanzo, 2017)
Show Surprise (Romanzo, 2013)
Soldi (Pièce teatrale, Dvd, 2012)
Le metamorfosi (Trilogia teatrale, 2008-2011)
I giochi pubblici nella Roma imperiale (Saggio storico-pedagogico-didattico, 2007)
Chiarori in una notte senza stelle (Raccolta di poesie, 2006)
Una lettura di Fontamara (Saggio letterario, 2004)

Kory Walt Blek: è uscito il nuovo album “Moon”

foto3

Kory Walt Blek è un cantante, compositore, produttore e musicista di Campobasso. Il suo lavoro spazia tra il rock, il progressive, lo space rock con una forte influenza di musica classica.
Ispirato da artisti come David Bowie, Queen, Rolling Stones, The Who, Muse, Led Zeppelin, Pink Floyd e molti altri, inizia a comporre seguendo tali influenze. A Gennaio 2017 è uscito il suo primo lavoro in studio “Timeless”, seguito dal secondo “Lu – The Album” disponibili su Itunes, Tim Music, Amazon, Google Play e in streaming su Spotify.

cover

Presentazione di “Moon”
Moon” è il terzo lavoro in studio di Kory Walt Blek, un album con sonorità più pop/elettroniche, con influssi di musica alternative rock e progressive, per poi arrivare ad assaporare musica classica nella sinfonia finale. Un album dalle mille sfaccettature, nel quale si coglie a pieno il magico, strano e surreale mondo di Blek, con le sue atmosfere fiabesche.
“Moon”, come i predecessori, è un album in cui Blek fa tutto da solo, dalla composizione, agli arrangiamenti, alla produzione. Un mondo a parte, dove perdersi per non ritrovarsi più.

Ascolta adesso “Moon” in streaming su Spotify:
Spotify: https://open.spotify.com/album/0LxxElCIbeIJhzl9oWFSyz

Weblinks:
facebook:
https://www.facebook.com/realkorywblek/
iTunes:
https://itunes.apple.com/it/album/moon/1437667612
Youtube:
https://www.youtube.com/watch?v=sjAh3Vv3yeg&list=PLUDLP07H9IFxcAmawd7eHNoiKloStsmTW

Vanterrania: il suo album “Galaxies” fonde industrial, electro e rock

Giovanni Brancati “alias” Vanterrania, nato a Scicli (RG) il 14 Ottobre 1975, vissuto nel Catanese, diede inizio al proprio percorso artistico come chitarrista alla fine degli anni 80 collaborando con varie rock band.

foto1

La voglia di creare e sperimentare nuovi suoni ha portato l’artista a comporre diversi album che sono come “colonne sonore”(“Mysterious” ed “Electronix” entrambi del 2016). In questi album Vanterrania ha fatto prevalere un uso dell’elettronica alquanto psichedelico, un uso dell’elettronica tanto contaminato dall’influenza di diversi stili musicali, ossia punk, rock ed industrial.

Presentazione di “Galaxies”
Vanterrania compone, suona e produce l’album “Galaxies”. Questo album è stato suonato con sequencer, synth e chitarra. Nel proprio studio nel Catanese Giovanni Brancati inizia e conclude l’intero lavoro ed il 01 Settembre 2017 tale disco viene pubblicato e distribuito nei principali store digitali.

“Galaxies”
Release date: 1/09/2017
Genere: industrial, alternative rock, ambient, electro
link per l’ascolto in streaming:
Spotify: https://open.spotify.com/album/7I0w9wPXuF8oXxCurjxWoU
Soundcloud: https://soundcloud.com/vanterraniaofficial/sets/galaxies-5

Track list:
01) Space
02) Galaxies
03) Clouds
04) System
05) Fires
06) Dark Dreams (Remix)
07) The Fox
08) Carillon
09) Green
10) Wonderland

weblinks:
iTunes: https://itunes.apple.com/us/album/galaxies/1279604889
Google play: https://play.google.com/store/music/album/Vanterrania_Galaxies?id=Bf45hyealpfimykogeve62ktlha
Amazon music: https://amzn.to/2CaRFEr
Facebook: https://www.facebook.com/GiovanniBrancatiOfficial/
Twitter: https://twitter.com/Vanterrania
Google+: https://plus.google.com/u/0/+GiovanniBrancatiVanterrania
Website: http://vanterrania.altervista.org/
Official blog: http://giovannibrancati-vanterrania.blogspot.com/

E’ uscito “L’amore in tempo di crisi”

“L’amore in tempo di crisi” ci offre un folk rock dai tratti ora grunge ora post punk/new wave ora alternative rock. Il nuovo album di inediti in italiano di Enrico “Maio” Maiorca rappresenta l’esordio da solista per il cantante e leader della stoner band “Il Vile”.

cover

“L’amore in tempo di crisi” è composto da otto tracce che hanno come tema racconti di vita personali sintetizzati da frammenti sonori, scuri, malinconici ma allo stesso tempo tesi e vibranti. “Questo disco” – racconta Maio – “è una raccolta di canzoni rimaste nel cassetto per anni. Ognuna di esse fotografa un preciso momento della mia vita, frammenti che necessitavano di un lavoro di rifinitura per essere terminati e pubblicati. Tenuto conto che le canzoni risalgono a epoche differenti, è stato opportuno scegliere quelle che potevano essere ricondotte ad un medesimo filone musicale”.

Le canzoni che compongo l’album sono frutto del lavoro svolto con la produzione artistica di Michele Mick Anelli e pubblicato dall’etichetta discografica Alma Music/Ossigeno s.r.l. L’incontro con Michele Anelli è servito per ridefinire i contorni delle canzoni. Un lungo lavoro, seppur non continuativo, che ha coinvolto sia la parte musicale che testuale di ogni brano.

Maio foto live 2

Sonorità cupe, sonorità volte taglienti, che rispecchiano alcune passioni musicali dell’autore quali il primo Mark Lanegan, echi di Tom Waits e Nick Cave che si mischiano con l’approccio garage-punk che ha unito e unisce Maio e Michele.

Per la registrazione dei brani, avvenuta presso lo Stayfree64, home studio di Michele Anelli, è nata la collaborazione con il batterista Andrea Cocco, che si è occupato anche delle percussioni.

Formazione live Sonic Maio Revue:
Enrico Maio Maiorca – voce, chitarra acustica ed elettrica
Michele Mick Anelli – chitarra elettrica ed acustica, cori, armonica
Paolo Castelletta: basso elettrico
Andrea Cocco – batteria e percussioni

L’amore in tempo di crisi” – 2018
genere:
folk rock, grunge, post punk, new wave, alternative rock

Etichetta:

Alma Music/Ossigeno s.r.l.

link streaming su Spotify:

https://open.spotify.com/album/1mK1OY8UWH3VaQsVECy58t?si=FpP3H5VGT

Track list:
1. L’amore in tempo di crisi
2. Notturna
3. L’assassinio di Emily
4. Giuda( la condanna)
5. Ombra
6. Lettera (che non vi ho mai scritto)
7. Sulla riva dell’ago
8. La menzogna del tempo che guarisce

weblinks:
Facebook: https://www.facebook.com/MaioBand
Instagram: https://www.instagram.com/maioband/
i-tunes: https://itunes.apple.com/it/album/lamore-in-tempo-di-crisi/1403352380
Amazon: https://www.amazon.com/Lamore-tempo-crisi-Maio/dp/B07G1Q9MLM
Deezer: http://www.deezer.com/album/69396842
Google play: https://play.google.com/store/music/album?id=Buumy4omjqujsguikp5oguy3uzm

Diraxy: “The Great Escape”, il disco d’esordio, vola fino in Cina

I Diraxy sono una band progressive metal che nasce a Milano ed è formata da: Federica Manenti alla voce, Dario Freddi alla voce e tastiere, Marco Le Grazie e Daniele Romanato alle chitarre, Andrea Arrotta al basso e Paolo Ossoli alla batteria. I Diraxy si formano nel 2014 e dopo qualche lavoro auto-prodotto vengono scritturati per dare vita a The Great Escape lavorando in studio con Mat Den produttore artistico di gente nota come Kristian Marr chitarrista di Amy Winehouse, Ed Graham batterista dei Darkness e Alexi Crhistou performer per Pete Doherty (Libertines).

Diraxy Band

The Great Escape è uscito il 6 Luglio 2017 in Italia e da pochissimo anche nel mercato pionieristico cinese dove Fil1933 è la prima ed unica label italiana presente.

Album coverPresentazione di The Great Escape

The Great Escape è un concept album che nasce per raccontare fatti realmente accaduti nell’Agosto 2014 nella regione del monte Sinjar (Iraq) ed è ispirato alla storia vera di Jinan già raccontata nel libro “Jinan esclave de Daech” ed è appunto un omaggio ad una storia di vita che ha colpito profondamente i Diraxy. In questo bellissimo album i Diraxy hanno voluto raccontare a modo loro questo pezzo di storia che pochi ancora ne parlano..I Diraxy insieme a Giulio Oldrini, regista milanese, hanno realizzato anche un video della canzone The way out. The Great Escape è disponibile in tutti i principali Digital Store e in formato fisico.

Link Bandcamp:
https://fil1933group.bandcamp.com/album/diraxy-the-great-escape
link Spotify:
https://open.spotify.com/album/4aP7QD2UDOP7Q7Z8VPQS0z

Track list:
01.Overture
02.Naschi
03.Hideout
04.Fooling Gravity
05.Melek Taus
06.Shelter
07.Shamal
08.Monsters
09.The Great Escape
10.Lie to me
11.The Way Out

Data release:
Luglio 2017 Europa Usa, Aprile 2018 Cina e Asia

Line up:
Federica Manenti: voce
Dario Freddi: voce e tastiere
Marco Le Grazie: chitarra
Daniele Romanato: chitarra
Andrea Arrotta: basso
Paolo Ossoli: batteria

Genere:
Progressive metal
Etichetta:
Fil1933Group/Fat Records
Weblinks:
https://www.facebook.com/Diraxy
link al video di The way out:
https://www.youtube.com/watch?v=Js33pUZQkVg